27enne in carcere dopo la notte di follia tra Buti, Bientina e Calcinaia

Calcinaia
Martedì, 17 Luglio 2018

Ne è stato ordinato l'arresto per la rapina commessa ai danni di una donna di 55 anni.

La sera di venerdì 11 luglio, dopo avere tentato un furto in un'azienda di Buti e successivamente, avere sfondato la vetrata di un'altra azienda di Bientina con furto di 300 euro, un 27enne italiano, aveva fatto perdere le sue tracce a Calcinaia, dove era stata anche trovata l'auto utilizzata dal malvivente (poi risultata rubata).

A Calcinaia, l'uomo riusci ad introdursi nella casa di una donna di 55 anni che sotto minaccia di un'arma di piccole dimensioni, fu costretta a consegnare 300 euro in contanti e le chiavi della propria automobile.

"Le indagini svolte dai militari - scrivono i carabinieri di Calcinaia e Pontedera - basate su acquisizioni testimoniali, individuazioni fotografiche e altri accertamenti di natura tecnica-investigativa, hanno permesso di identificare il responsabile della rapina, che, dal momento di esecuzione del fermo, è stato trattenuto presso la casa circondariale di Pisa, in attesa della convalida odierna, contestualmente alla quale il Giudice, su richiesta del Pubblico Ministero, ha adottato, nei confronti dell’indagato, l’ordinanza di custodia cautelare in carcere".

In fase di perquisizione, è stata anche rinvenuta l’arma utilizzata per la rapina: una scacciacani di dimensioni piccole, simulacro di arma comune da sparo.

redazione.cascinanotizie