Calcinaia, visita in Comune per la delegazione delle bambine saharawi

Calcinaia
Sabato, 14 Luglio 2018

Una bellissima visita per rinsaldare i rapporti di amicizia e testimoniare, una volta di più, lo speciale rapporto che lega la comunità Saharawi al Comune di Calcinaia da sempre vicino alla causa di un popolo che ad oggi non ha ancora una terra che può chiamare patria.

Nella mattina di venerdì 13 luglio, cinque bellissime bambine di 10 anni hanno varcato assieme alla loro accompagnatrice e alle operatrici dell’Associazione Saheb di Calcinaia le porte dell’ufficio del sindaco per fare la conoscenza del primo cittadino del paese e degli altri assessori della giunta.

Visibilmente emozionate le bambine hanno salutato tutti i presenti e, attraverso la loro portavoce, hanno espresso tutta la gioia di essere qui nel loro ruolo di piccole ambasciatrici di pace. Messaggio ribadito con forza dalla loro accompagnatrice che ha ringraziato in un perfetto italiano il Comune di Calcinaia e l’Associaizone Saheb per l’accoglienza e per aver sempre sostenuto la causa del popolo saharawi.

Causa che il sindaco, Lucia Ciampi, caldeggerà ancor più nella sua veste di deputata e di membro del Gruppo interparlamentare di Amicizia Italia-Saharawi, considerato che già la prossima settimana incontrerà un rappresentante della RASD a Montecitorio.

Le bambine hanno poi donato uno splendido quadretto e una bandiera della Repubblica Democratica dei Saharawi autografata con i loro nomi al sindaco che ha contraccambiato offrendo il gagliardetto del Comune di Calcinaia e qualche piccola leccornia alle bambine.

Un particolare ringraziamento dell’amministrazione comunale è poi andato all’Associazione Saheb di Calcinaia che, grazie all’aiuto di molti volontari, ha organizzato e sta gestendo al meglio, l’ospitalità della piccola delegazione saharawi nel paese. I bambini e le bambine sono arrivate a Calcinaia lo scorso 3 luglio e fino alla fine del mese rimarranno alloggiati presso la Scuola d’infanzia in via dei Martiri. Stasera e domani le carinissime ed educatissime piccole ambasciatrici di pace che hanno fatto visita in comune e i loro vivaci compagni saranno ospitati presso alcune famiglie del territorio comunale che hanno aperto volentieri le proprie case in segno di accoglienza ed solidarietà.

E’ attraverso questi gesti che Calcinaia dimostra di essere sensibile a situazioni molto complicate a livello internazionale, a cui occorre però prospettare una soluzione, in modo tale che un popolo intero possa avere, nel prossimo futuro, una terra da poter chiamare “casa”.

Fonte Ufficio stampa Comune di Calcinaia

redazione.cascinanotizie