Muore nel bagno della Pubblica Assistenza

Cascina
Mercoledì, 15 Novembre 2017

Tragica scoperta, intorno alle 19.30 del 14 novembre, per una dipendente della Pubblica Assistenza di Cascina che, durante la ricognizione serale, prima di chiudere l’edificio che ospita gli studi medici, insieme all’addetto alle pulizie ha rinvenuto il corpo senza vita di un uomo, disabile, che sovente si recava nei locali della società di volontariato per lavarsi ed utilizzare i servizi, in quanto residente in un garage in Via della Vittoria.

L’uomo si chiamava Pietro Barbierato, viveva da anni su una sedia a rotelle ed in condizioni di disagio sociale tanto che, durante l’ultima campagna elettorale, aveva partecipato ad una serie di proteste per il diritto alla casa.

Al calar della sera, come spesso faceva si è recato alla Pubblica Assistenza in Via Comaschi, nel centro di Cascina, ad un centinaio di metri dal garage che lo ospitava, per usufruire dei servizi, spesso si tratteneva anche al piano terra a scambiare qualche parola con il personale, poi saliva al primo piano dove si trova la toilette dei disabili. L’uomo una volta all’interno deve avere accusato un malore, la persona addetta alle pulizie, non riuscendo ad aprire la porta, ha allertato la responsabile al piano terra. I due hanno provato a forzare la porta credendo che si fosse incastrata, poi si sono resi conto che all’interno c’era una persona e allora con una chiave di servizio hanno aperto e fatto la macabra scoperta.

I soccorsi, visto anche il luogo in cui è avvenuto il fatto, sono stati istantanei, ma Barbierato era ormai privo di vita. Al personale della Pubblica Assistenza non è rimasto altro che constatare il decesso dell’uomo ed avvertire i Carabinieri che sono corsi sul posto per le formalità di rito.

Nelle foto Pietro Barbierato durante la manifestazione andata in scena alla vigilia del voto amministrativo del giugno 2016 e il locale dove attualmente viveva

massimo.corsini