Pisa, da Verna a Peralta, il rendimento dei giocatori in prestito

Lunedì, 12 Marzo 2018

La colonia nerazzurra in prestito: da Verna a Meroni, passando per Peralta, ecco come stanno andando i nerazzurri che, in giro per l'Italia e non solo, momentaneamente vestono altre maglie

Sono tanti i giocatori nerazzurri che dopo la sessione invernale del calciomercato sono finiti in prestito ad altre squadre, per lo più di serie C. Del resto questo rientra nella politica societaria incentrata sulla valorizzazione dei giovani. Più di una volta il presidente Giuseppe Corrado ha ribadito con un certo orgoglio che il Pisa ha molti giocatori di proprietà e questi rappresentano un capitale importante per la società che ne segue sviluppo e valorizzazione.

Quando si sta per entrare nell’ultimo terzo di campionato siamo andati quindi a vedere come se la passano i nerazzurri che al momento vestono altre maglie.

Cominciamo da quelli che fin dall’inizio della stagione sono lontani da Pisa, il nome più importante è quello di Luca Verna che con la maglia del Carpi, in serie B, ha disputato 27 partite su 28, di cui 2 da subentrato segnando 4 reti e collezionando un totale di 2.484 minuti giocati, numeri che fanno di Verna uno dei giocatori più utilizzati da Antonio Calabro tecnico della formazione emiliana.

Un altro giocatore che è in prestito fin dall’inizio della stagione è Daniele Cardelli, il portiere ha vestito la maglia della Casertana (serie C girone C) in 18 occasioni su 25, subendo 18 reti e mantenendo la porta inviolata in 5 occasioni. Per lui un totale di 1.620’ giocati.

Passiamo adesso ai giocatori finiti in prestito dopo il mercato di gennaio, cominciando da quello logisticamente più distante: Diego Peralta, andato in Spagna, all’Extremadura UD, a cercare fortuna, senza riuscirci fino a questo momento. Per lui soltanto 3 panchine e nessun minuto giocato.

Sta cercando il riscatto con la maglia del Fondi (Serie C girone C), dopo la delusione della prima parte di stagione nella quale ha (tentato) di vestire la maglia del Modena poi fallito, parliamo di Dario Polverini, giocatore che sta vivendo stagioni travagliate per le conseguenze del grave infortunio subito alla vigilia del playoff di due stagioni fa. Con i laziali Polverini ha messo insieme 3 presenze (1 da subentrato) per un totale di 184’ giocati.

Un giovane arrivato a Pisa sotto grandi auspici, ma che con la maglia nerazzurra non ha ancora mostrato il suo potenziale è Roberto Zammarini. Il centrocampista ex Mantova con il Pordenone (serie C girone B) è fino ad oggi sceso sempre in campo. Per lui 9 presenze, di cui 2 da subentrato, e un totale di 566’ giocati.

Da un giovane all’altro passiamo a chi di chilometri ne ha fatti pochi per vestire una maglia diversa da quella nerazzurra. Parliamo di Giulio Favale che al Gavorrano ha giocato 6 partite su 7 per 416’ totali. Minuti di grande qualità come ha potuto sperimentare il Pisa sulla propria pelle nella infelice trasferta contro la squadra di Giancarlo Favarin.

C’è poi lo svedese Kevin Lidin, finito in prestito alla primavera del Bologna, ma anche lui, come Peralta, non sta riscuotendo molti consensi visto che ha giocato la miseria di 4’.

E chiudiamo la carrellata di prestiti con la folta colonia nerazzurra finita alla Paganese (serie C girone C). Per Luigi Cuppone a fronte di 6 convocazioni ci sono 3 presenze, 2 reti e un totale di 231’ giocati. Il compagno di reparto Iacopo Cernigoi invece ha disputato tutte e 6 le partite (1 da subentrato) andate in scena da quando veste la maglia dei campani. Non ha segnato nessuna rete ma ha fornito un assist. Infine Federico Nacci, centrocampista centrale è sceso in campo 4 volte, 2 da subentrato per un totale di 180’ giocati. Sempre alla Paganese c'è il difensore centrale Andrea Meroni, che la maglia nerazzurra non l'ha ancora indossata, ma che nell'ultima sessione del calciomercato è stato acquistato dal Pisa che lo ha lasciato in prestito ai campani: per lui 27 presenze su 28 partite (ha scontato 1 giornata di squalifica per somma di ammonizioni) di cui 2 da subentrato ed un totale di 2.153' giocati. 

Non è invece un giocatore di proprietà del Pisa, ma è rimasto in nerazzurro fino al gennaio scorso per poi far ritorno all’Inter che lo ha girato alla Virtus Bassano, Loris Zonta, centrocampista che resterà negli annali nerazzurri per il disastro di Vicenza (un anno fa preciso oggi 12 marzo) e che con la squadra veneta ha fino ad oggi disputato 7 partite, 2 entrando dalla panchina, segnando anche due reti.

massimo.corsini