Scherma, proseguono i successi del circolo di Navacchio

Navacchio
Giovedì, 26 Aprile 2018

Si è conclusa con il podio e la medaglia di argento per Edoardo Lemmi, la prova regionale di Coppa Italia di scherma che si è svolta a Carrara nello scorso week end, ultimo atto, per il momento, di una stagione fin qui ricca di soddisfazioni che andiamo a ricapitolare.

Ed è proprio con una splendida prova di Edoardo Lemmi che inizia l’anno, nel week end 27-28 di gennaio in quel di Assisi si svolgeva la 2°a prova di qualificazione nazionale di fioretto “Centro Italia” valevole come qualificazioni per la successiva prova nazionale che si sarebbe svolta nel mese di marzo a Caorle. Qui Edoardo dopo un’ottima fase a gironi conclusa con tutte vittorie, si confermava vincendo anche negli assalti diretti, dove si fermava solo in semifinale sconfitto dal più esperto Guilherme Toldo della Frascati scherma per 15 – 9, qualificandosi quindi per la prova nazionale.

Qualificazione raggiunta anche da Matteo Baldaccini con un buon 41esimo posto, mentre i due fratelli Tommaso e Francesco Ciabatti si sono classificatesi rispettivamente 68esimo e 51esimo, sfortunata la prova di Tommaso che va detto si era già qualificato per la fase nazionale di spada, mentre di tutto rilievo il risultato di Francesco classe 2003 e quindi tra i più giovani in gara che è stato eliminato in una diretta in famiglia proprio dal compagno/amico Edoardo.

Nella gara femminile ha gareggiato la nostra Federica Bandecchi, che ritornava alle gare dopo alcuni anni di stop e ha terminato la sua gara all’84esimo posto.

Si svolgeva quindi a Caorle la seconda prova nazionale assoluti, cinque  atleti presenti, nella prova di fioretto salivano in pedana Filippo MacchiEdoardo Lemmi e Matteo Baldaccini, prova in chiaro scuro dei nostri ragazzi nella fase a gironi, dove il solo Filippo si qualificava alle dirette terminando la sua gara con un buon 36esimo posto, mentre Edoardo e Matteo si classificavano rispettivamente 98esimo e 107esimo.

Nella prova di spada erano invece presenti Yuri e Tommaso, qui Yuri Ceccanti dopo una buona fase a gironi terminava la gara all’86esimo posto mentre Tommaso Ciabatti protagonista di una sfortunata prova finiva 224°.

Continuavano senza sosta gli impegni per gli atleti del Circolo Scherma di Navacchio che nella settimana successiva salivano nuovamente in pedana per i Campionati Italiani Under 23 che si sono svolti a Colle Val d’Elsa.

Tre i nostri fiorettisti in gara, Yuri Ceccanti, Tommaso Ciabatti e Edoardo Lemmi che al termine di una gara impegnativa terminavano rispettivamente al 69esimo, 39esimo e 52°posto.

E si arriva quindi alla gara di Carrara che si è svolta nello scorso week end, qui nella prova di coppa Italia regionale, valevole per la qualificazione alla Coppa Italia Nazionale.

Nutrita la partecipazione degli atleti di Navacchio, nella prova di spada hanno gareggiato e si sono classificati Andrea Manai 39°, Matteo Catania32°, Giacomo Maggi 28°, Filippo Chelli 27°, e il giovane cadetto Federico Gualtieri che classificandosi 24° è riuscito strappare il pass per la prova nazionale.

Era nella prova di fioretto che arrivavano le migliori soddisfazioni, qui Matteo Baldaccini e Francesco Ciabatti terminavano la gara entrambi al 20° posto, 18° posto per Damiano Lemmi al rientro alle gare dopo una lunga assenza.

Si sono trovati nei quarti di finale, uno di fronte all’altro, in un duello che si sarà svolto centinaia di volte in allenamento Tommaso Ciabatti e Edoardo Lemmi, in questo derby Navacchino ha avuto la meglio Edoardo che vinceva l’incontro 15 a 10 e dopo aver battuto in semifinale l’amico del Club scherma Lucca TBB Michel Ciocci approdava in finale dove incontrava Filippo Mariotti del Club scherma Pisa “Antonio Di Ciolo" che aveva la meglio per 15 a 6.

Sia Edoardo sia Tommaso si qualificavano quindi alla fase nazionale della Coppa Italia terminando la gara rispettivamente al 7° e al 2° posto, per quanto riguarda Edoardo quest’anno siamo a tre medaglie d’argento e a una di bronzo, manca il metallo più pregiato, ma la stagione è ancora lunga.

massimo.corsini