Vittoria con rimpianti per la Pallavolo Cascina maschile

Cascina
Martedì, 15 Maggio 2018

PALLAVOLO CASCINA - PALLAVOLO SESTESE 3-2  (25/20; 25/20; 21/25; 21/25; 18/16)

PALLAVOLO CASCINA: Alessandro Bernardini, Marco Biancalani, Giorgio Citi, Luca Ciuffardi, Lorenzo Frediani, Edoardo Galeone, Pietro Garzella, Lorenzo Germelli, Luca Orsolini, Samuele Pergolesi (L2), Giulio Poli Doko (L1), Daniele Scali, Diego Taccini (K). Allenatore Davide Saielli Dirigente accompagnatore Alessandro Garzella

E’ un 3-2 che non paga pienamente quello conquistato dai ragazzi di Saielli alla comunale di via Galilei nell’andata dei quarti di finale play-off, soprattutto per come si erano messe le cose fin dalle prime battute. Una vittoria comunque importante ma che i biancorossi non hanno confezionato perfettamente, al contrario di come avevano condotto nettamente fino ad un fatidico 18 -14 del terzo, con 2 set all’attivo. La formazione di partenza vede le diagonali Taccini-Orsolini, Frediani-Citi, Biancalani-Ciuffardi e Poli libero scendere in campo di fronte ad un avversario di cui ultimamente poco conosce, salvo di alcuni elementi, ma che affronta da subito con determinazione…

Proprio la concretezza del gioco cascinese mette infatti in difficoltà gli ospiti, giunti a Cascina, lo ricordiamo, come primi classificati del girone B, ma che non sembrano affatto confermare le premesse. I padroni di casa invece mostrano da subito i muscoli con il muro che fa capire che aria tira. Allora, e questo lo si sapeva, i fiorentini ripiegano su precisi pallonetti e mezzi tocchi che spesso prendono in contropiede la difesa del Cascina. In ogni modo il “poco” attacco sestese non porta frutti e Cascina tiene bene con molto margine, tuttavia ridotto sul finale di set, ma che basta per gioire. Sarà cosi ancora per il seguito e fino, con precisione quasi scientifica, alla metà di quella che sarà poi l’intera partita.

Infatti per tutto il secondo e fino al fatidico 18-14 Taccini & Soci mostrano un complessivo ampiamente migliore e lo score li premia. Ma forse, nel trascorrere, sottovalutano troppo l’avversario e tendono a calare nella concentrazione (3-11 il parziale finale del set spartiacque) non mostrando soprattutto quella cinicità che in questi casi è imperativo avere!

Incredibilmente sembra attuarsi quasi una “trappola” per il sestetto di casa cui l’avversario forse non aveva mostrato tutto e che invece ora inizia a fare, sfruttando meglio sia zona due ma soprattutto il centro, con un gioco complicato fatto di tocchi, pallonetti, mezze palle che mandano letteralmente in confusione i padroni di casa. Padroni di casa che nel frattempo erano anche calati fisicamente perché non si udiva da un po’ il bel rumore del muro amico e delle diagonali a terra. Saielli cerca di correre ai ripari cercando nuove energie in Scali per Ciuffardi e Germelli per Citi, ma solo a set compromessi, quando l’ingresso dei freschi non fa mai a tempo ad integrarsi con il gioco. Intanto Sesto si convince sempre di più di aver vinto il proprio campionato e sfrutta tutto quanto di buono gli viene offerto di là dalla rete chiudendo i secondi due set a proprio favore. Incredibile!

Il tie-break è una battaglia, dove spesso ha la meglio chi è in rimonta, ma almeno questo non accadrà per merito di uno spunto finale che i cascinesi hanno ancora in serbo e che tirano fuori al fotofinish, chiudendo l’incontro con una vittoria che appaga, ma solo parzialmente, per quelle che erano state le premesse di un possibile 3-0 che si stava confezionando e a cui tutti credevano. Ma evidentemente la Sestese non era quella vista sin lì.

Bisognerà immedesimarsi ora in quelli che sono stati i risultati e le prestazioni ottime che Cascina ha fatto anche  in trasferta durante il campionato con le formazioni più accreditate del torneo e affrontare il ritorno di mercoledì sera con quella carica, mentalità e convinzione che, ai fini del passaggio del turno, renderebbe la prossima semplicemente una partita da vincere ancora.

 

massimo.corsini