Zambra, via Profeti riaperta, il PD ringrazia il Genio Civile

Zambra
Mercoledì, 6 Giugno 2018

Dopo un incidente stradale dell'8 aprile scorso (leggi qui), che rese pericolante una cabina ad uso di ENEL con la conseguente chiusura di via Profeti, sono stato finalmente compiuti i lavori di messa in sicurezza del manufatto e quindi la strada è stata riaperta. Sui meriti dell'operazione intervienne il Partito Democratico: "il vero cambiamento introdotto dall’amministrazione leghista di Cascina è quello di intestarsi i meriti altrui, scrivono i Dem. Il vicesindaco Dario Rollo segue il modello dell’assessore Edoardo Ziello e si vanta pubblicamente dei lavori di rimozione della ex-cabina Enel in prossimità dell’argine dell’Arno a Zambra. Il vicesindaco non solo si vanta di un intervento effettuato dal Genio Civile, su cui l’amministrazione comunale non ha alcun merito (eccetto forse quello di aver fatto qualche fotografia a documentare i lavori), ma ha anche il coraggio di rilanciare parlando di interventi non compiuti in passato, quando sa benissimo che la ex-cabina è stata danneggiata da un incidente automobilistico e solo per questo motivo è stata rimossa".

La vera pressione per la rimozione del piccolo edificio abbandonato, continua la nota del PD è venuta dai residenti e dai volontari della polisportiva della frazione. Per settimane l’unico intervento effettuato dal Comune è stata la collocazione di transenne a chiudere la strada. Senza un vero controllo per il rischio dei cittadini.

La sicurezza per Zambra resta comunque lettera morta. Via Profeti è di nuovo aperta al traffico e la sindaca si è espressa in consiglio comunale contro l’istituzione di un senso unico nel tratto più stretto della strada, quello più vicino al ponte sull’Arno, anche se c’è una richiesta in questo senso di un ampio numero di residenti in quell’area. Evidentemente questo tipo di sicurezza non conta per gli amministratori leghisti, conclude il Partito Democratico di Cascina.

massimo.corsini