Artigianato artistico e nuove tecnologie: un connubio possibile

Cronaca
Navacchio
Martedì, 8 Marzo 2016

"L'artigiano non è una specie in via di estinzione, ma una forza economica motrice che guarda intorno a sé e sa interpretare i nuovi processi produttivi". Con queste parole il presidente di Artex (Centro per l'artigianato artistico e tradizionale toscano), Alessandro Sorani, firma un protocollo d'intesa con il Polo Tecnologico di Navacchio per favorire l'incontro tra offerta di servizi e prodotti delle PMI e la richiesta di innovazione del settore delle produzioni artigiane artistiche.

"Il digitale può avere un vero impatto sull'economia se messo al servizio della nostra manifattura - aggiunge Andrea Di Benedetto, presidente del Polo Tecnologico di Navacchio - grazie a questa collaborazione possiamo trasmettere nuove opportunità e scenari di business legati ai settori dell'ICT, della robotica ma anche del digital marketingalle imprese che si occupano di artigianato artistico".

"Grazie al digitale - continua Di Benedetto - le nostre aziende possono aprirsi a nuovi mercati attraverso processi oggi pienamente sostenibili e non si pensi che la tecnoglogia vada contro l'arte: ci sono macchine che al contrario possono aiutare la creazione dei pezzi unici o favorire la sensorizzazione di oggetti manifatturieri, spingendo verso una qualità sempre maggiore".

Un connubio vincente, quindi, per favorire i due asset che caratterizzano l'eccellenza toscana: la tradizione e l'innovazione.

elisa.bani