"Capitalismo e emergenza climatica" seminario il 1 marzo a Lari

Cultura e Tempo Libero
Lari
Lunedì, 24 Febbraio 2020

Seminario su "Capitalismo e emergenza climatica", organizzato dall'Associazione La Rossa al teatro di Lari il prossimo 1 marzo.

Tutti gli studiosi e gli scienziati sono concordi nell'affermare che l'emergenza climatica ha ormai raggiunto livelli critici e insostenibili per il pianeta e i suoi abitanti. Sono  necessari quindi un cambio e un'inversione di tendenza nelle abitudini e nei comportamenti, ma sopratutto nel sistema produttivo e economico. Diventa quindi indispensabile tenere alta l'attenzione, fare una pressione continua di intensita' sempre maggiore, informando e coinvolgendo sempre più persone perché questo possa accadere, visto che la politica ad ora pare non avere interesse e intenzioni di occuparsene concretamente, nonostante l'evidenza e le belle parole che spende sempre sull'ambiente. In questa ottica l'Associazione La Rossa ha organizzato il seminario a iscrizione "Capitalismo e emergenza climatica" domenica 1 marzo al teatro a Lari. Tanti relatori e tanti interventi previsti durante tutta la giornata. Tante interessanti proposte e approfondite analisi sui danni, spesso irreversibili, che questo sistema basato su sfruttamento, mercificazione e successivo abbandono, sta provocando a ambiente, persone, risorse, natura, animali, in nome di un profitto per pochi. I diversi interventi analizzeranno gli effetti che produzione, liberismo e sistema capitalistico provocano sulla natura sfruttando le risorse senza rispetto e ritegno,  bruciandole, esaurendole, inquinando, deforestizzando, provocando l'innalzamento delle temperature; sugli animali con gli allevamenti intensivi; sulle persone, trattandole come merci, precarizzandoli, offrendo lavoro sottopagato, non pagato, o escludendole dal sistema produttivo, creando poverta', emarginazione, una societa' egoista, competitiva, frustrata e cattiva.

Verranno anche analizzati il legame stretto con le guerre, le malattie, il conseguente effetto sui flussi migratori, le catastrofi ambientali, l'insostenibilita' ormai accertata di questi ritmi di vita e di produzione, del consumismo le istanze dei movimenti friday for future e della decrescita felice, verranno formulate proposte da far attuare a politica, industria, economia, prima che sia troppo tardi.

Interverranno Salvo Torre, Carla Filosa, Bruno Buonomo, Angelo Baracca, Francesco Cappello, Jacopo Simonetta, Andrea Vento, Ascanio Bernardeschi, Mario D'Acunto.

redazione.cascinanotizie