Il Comune di Vecchiano nella rete R.E.A.DY contro l'omotransfobia

Cultura e Tempo Libero
Vecchiano
Martedì, 23 Febbraio 2021

Anche il Comune di Vecchiano ha aderito a RE.A.DY, la Rete nazionale delle Regioni e degli Enti Locali per prevenire e superare l’omotransfobia.

Attraverso  RE.A.DY nasce a Torino nell’ambito del Pride nazionale del 2006, quando la Città di Torino, in collaborazione con il Comune di Roma, riunisce rappresentanti istituzionali di dodici Pubbliche Amministrazioni, tra Regioni ed Enti Locali da tutta Italia, con l’obiettivo di metterli in rete attraverso la condivisione di una Carta di Intenti.
Finalità della Rete sono quelle di individuare, mettere a confronto e diffondere politiche di inclusione sociale per le persone lesbiche, gay, bisessuali, transessuali e transgender realizzate dalle Pubbliche amministrazioni a livello locale; contribuire alla diffusione di buone prassi su tutto il territorio nazionale mettendo in rete le Pubbliche Amministrazioni impegnate nella promozione dei diritti delle persone LGBT supportare le Pubbliche Amministrazioni nella realizzazione di attività rivolte alla promozione e al riconoscimento dei diritti delle persone lgbt.

“In questi ultimi anni diverse amministrazioni locali e regionali hanno avviato politiche per favorire l’inclusione sociale delle persone omosessuali e transessuali, sviluppando buone prassi e promuovendo atti e provvedimenti amministrativi che tutelano dalle discriminazioni.
In Italia, infatti, lesbiche, gay, bisessuali, transessuali e transgender (lgbt) non godono ancora di un pieno e reale diritto di cittadinanza e spesso vivono situazioni di discriminazione nei diversi ambiti della vita familiare, sociale e lavorativa a causa del perdurare di una cultura condizionata dai pregiudizi”, afferma il Sindaco Massimiliano Angori.
“Risulta pertanto importante l’azione delle Pubbliche Amministrazioni per promuovere, sul piano locale, politiche che sappiano rispondere ai bisogni delle persone lgbt, contribuendo a migliorarne la qualità della vita e creando un clima sociale di rispetto e di confronto libero da pregiudizi”.

“L`Amministrazione Comunale di Vecchiano adesso fa parte degli oltre 180 enti locali e regionali che hanno aderito alla Rete RE.A.DY. e che si impegnano attuare sempre più politiche per favorire l`inclusione sociale di cittadini e cittadine LGBT (lesbiche, gay, bisessuali e transessuali/transgender) al fine di contrastare qualsiasi discriminazione basata sull`orientamento sessuale e sull`identità di genere. L'adesione è per noi un altro tassello molto importante nella sua funzione di fare rete tra associazioni e territori”, spiega l’Assessora alle Pari Opportunità, Lara Biondi. “Abbiamo scelto di aderire in continuità con una politica attenta a queste tematiche. Dopo l'approvazione nel 2017 del regolamento della consulta per la parità e la non discriminazione; lo sportello itinerante contro la violenza di genere che dal 2018 trova accoglienza anche nel nostro comune in rete con altri comuni limitrofi, l'adesione alla Rete Ready è l'atto che completa la prima parte delle iniziative che abbiamo deciso di mettere in campo”. 
Sul sito web del Comune di Vecchiano sono consultabili gli atti e le informazioni della rete: qui tutti i dettagli, https://www.comune.vecchiano.pi.it/consulta-pari-opportunita.html alla voce La Rete Antidiscriminazione Ready

redazione.cascinanotizie