La Compagnia del Bosco e gli eventi on line tra cori gospel e teatro

Cultura e Tempo Libero
Capannoli
Giovedì, 17 Dicembre 2020

La Compagnia del Bosco (direttore artistico Andrea Lupi) che ha in gestione i piccoli grandi teatri come quello di Capannoli e di Casciana Alta non vuole lasciare il proprio pubblico proprio in questi giorni di feste, notoriamente pieni di iniziative ed eventi a carattere natalizio. Ecco alcune idee in tempo di pandemia: visioni di un concerto gospel e uno spettacolo documentario teatrale.

No, non è una bandiera bianca.
Al contrario questo ciclo di visioni è per far capire al pubblico che nel piccolo ambito del nostro importante teatro continuiamo a far atti di “resistenza”.
I nostri corsi sono attivi, il nostro ufficio è aperto e ci impegnamo giornalmente per trovare ogni possibile via d'uscita a una situazione quantomeno indecente che vede il settore Arte/Cultura/Spettacolo letteralmente preso a pesci in faccia nonostante, ormai è cosa nota, sia uno dei luoghi più sicuri anche dal punto di vista epidemiologico.
Abbiamo sempre creduto allo spettacolo dal vivo come forma imprescindibile del fare Arte e continuiamo a crederci con convinzione immutata, ma in questo momento sentiamo anche la necessità di non essere “invisibili” . A differenza di chi ha le spalle coperte un piccolo teatro non può permettersi questo.  Nove mesi lunghi e difficili, interrotti solo dalla “pausa” estiva in cui, con determinazione, siamo tornati a far spettacolo nelle piazze. Adesso vogliamo tornare sul palco del teatro, a provare, a lavorare, a progettare, a far capire che ci siamo e che il nostro è un lavoro, un lavoro strategico per la crescita sociale e civica delle cittadinanze e fino a non troppo tempo fa motore di un indotto economico enorme..
In questo ciclo di visioni vedrete in alcuni casi una sorta di “prova generale” che diventa testimonianza di un processo artistico che vede artisti, tecnici, videomaker, organizzatori creare uno spettacolo. Nel caso di “Patrimonio Italia: la Meraviglia della Bellezza” è un progetto speciale al quale abbiamo collaborato destinato alla visione in Colombia e Perù. Il concerto gospel dei St. Jacob's è stato registrato nel 2019 e siamo sicuri che possa essere una bella colonna sonora per queste sere di Natale che ci vedranno in casa tra pochi intimi. Ognuno dei film resterà on-line per una settimana dal momento della sua pubblicazione, gratuitamente.
Un processo artistico e un ulteriore sforzo economico che, se volete, potrete premiare con una donazione.
Iban  IT 59 H 05232 71120 0000 0000 2445
PayPal paolo@lacompagniadelbosco.it

gli spettacoli andranno on-line su facebook.com/teatrodicapannoli

DETTAGLIO SPETTACOLI:

Il concerto dei St. Jakob's è stato registrato nel Dicembre 2018 in un Teatro Comunale di Capannoli gremito e partecipe; uno dei migliori cori gospel italiani, 40 elementi guidati dal bravo Massimo Bracci, uno dei momenti belli che speriamo di tornare a vivere presto.
Nel giorno di Santo Stefano manderemo in onda “L'anno in cui era la peste a Pisa” , uno spettacolo ironico, a tratti irriverente scritto e interpretato da Federico Guerri che partendo da un fatto storico realmente accaduto (1630) dimostra ancora una volta di essere uno degli scrittori di teatro più interessanti in Italia, con una vis comica intelligente e pungente.
Nei giorni 27 e 30 andrà in onda il making-of e la prova generale di “Ci chiamavan matti-voci di muto amore”, una bella produzione de La Compagnia del Bosco. L'attore Gianni Calastri che da anni lavora sul tema ha raccolto, catalogato e scelto tra una grande quantità di lettere di quella “corrispondenza negata” (cioè mai inviata) degli ospiti dei manicomi di Volterra, Siena e Arezzo; lettere a volte disperate a volte incredibilmente esilaranti o straordinariamente lucide. A questo si aggiungono gli struggenti scritti della neuropsichiatra Margherita Adamo, lei stessa internata e morta in manicomio. Calastri dà una prova d'attore notevole trascinando lo spettatore nelle profondità delle vicende umane e in questo viaggio è sempre accompagnato dalla presenza di una sorta di alter-ego musicista, Andrea Lupi che con la sua sensibilità riesce a creare un commento sonoro che è parte stessa della storia. Uno spettacolo che si guarda e si ascolta tutto d'un fiato e ci fa riflettere cosa possa essere un lockdown estremo, quello che ti costringe a viaggiare nelle profondità più buie dell'essere. Emozionante.
Ma in un periodo come questo bisogna comunque poter sognare e “Navigando...” ci propone anche due spettacoli che ci fanno viaggiare almeno mentalmente.
“Patrimonio Italia- la meraviglia della Bellezza” è un documentario-spettacolo  in lingua spagnola, prodotto da La Compagnia del Bosco/Ponte tra Culture, proprio in questi giorni in onda in circuiti televisivi nel Sud-America, ma niente paura è pieno di filmati, immagini meravigliose e canzoni che è assolutamente godibile da qualsiasi pubblico nel pianeta! Un modo per raccontare L'Italia e i suoi luoghi a un pubblico internazionale.
Registreremo nel Teatro di Capannoli mandandolo in onda appositamente il giorno 29 lo spettacolo-conferenza-concerto dell'incontenibile Valerio Perla, percussionista tra i più stimati in Italia ma anche scrittore. Un viaggio popolare tra Cuba e Napoli, tra la santeria e le Madonne del sud, intriso di musica, letteratura e folklore. Un calore che ci sta particolarmente mancando.

MESSA ON-LINE

Dicembre 2020

GIOVEDI 24
St. JACOB'S GOSPEL CHOIR

VENERDI 25
St. JACOB'S GOSPEL CHOIR

SABATO 26
“L'ANNO IN CUI ERA LA PESTE A PISA”

DOMENICA 27
“CI CHIAMAVAN  MATTI- voci di muto amore”

LUNEDI 28
“PATRIMONIO ITALIA – la Meraviglia della Bellezza”

MARTEDI 29
“COME UN FIORE SULLA PELLE”

MERCOLEDI 30
“CI CHIAMAVAN  MATTI- voci di muto amore”

GIOVEDI 31
St. JACOB'S GOSPEL CHOIR

 

redazione.cascinanotizie