L'Associazione "La Rossa" e Settembre Rosso" organizzano l'evento "E allora le foibe?" il 16/2 a Pontedera

Cultura e Tempo Libero
Pontedera
Mercoledì, 12 Febbraio 2020

Domenica 16 febbraio 2020 ore 16:30 al Centro Il Poliedro, Piazza Berlinguer, Pontedera (PI) iniziativa dal titolo "E allora le foibe?".A quindici anni dall’istituzione della “giornata del ricordo” le Associazioni "La Rossa" di Lari e "Settembre Rosso" di Empoli, invitano ad una riflessione seria e approfondita

su studi che da anni diversi storici hanno prodotto basandosi su documentazione inoppugnabile a dimostrazione delle loro conclusioni.

A nostro giudizio, in questi anni (come già dagli anni successivi al II Conflitto mondiale e alla sconfitta dei regimi nazifascisti), molta “storiografia militante”, senza rigore scientifico, ha fatto opera di disinformazione, diffondendo mezze verità e notizie false non suffragate da prove documentali. Su questo è stata montata una campagna strumentale per criminalizzare il movimento resistenziale che ha liberato il Paese dalla barbarie nazifascista e, al contempo, di fatto ricreare un clima favorevole ad una “rivalutazione” del fascismo.

Dopo quindici anni, consapevoli che la falsificazione storica si è fatta verità istituzionale e istituzionalizzata, e che una “rivalutazione” delle farneticazioni sulle quali si basò il fascismo sta proponendosi alle nuove generazioni come prospettiva possibile, riteniamo obbligo imprescindibile contribuire al ripristino della verità storica e delle responsabilità dimostrate storicamente come anche giudiziariamente. A iniziare dalle responsabilità delle atrocità commesse dal regio esercito, dagli altri corpi militari e di polizia e, principalmente, dagli squadristi mussoliniani. Crimini per i quali il nostro democratico paese non ha mai concesso venissero perseguiti i colpevoli.

In questi tempi dove i revisionismi storici e le equiparazioni di fascismo, nazismo e comunismo vanno per la maggiore, non solo da parte degli schieramenti di destra ma anche, purtroppo, di centro-sinistra, sono sempre più frequenti i tentativi di gettare discredito sui movimenti partigiani. La nostra paura è che più passa il tempo, man mano che i protagonisti scompaiono, alle verità si sostituiranno delle finte verità, comode per obiettivi di parte ma totalmente mistificatorie, con il chiaro obiettivo di riabilitare il fascismo, trasformando i persecutori in perseguitati.

Per riportare luce su questo periodo storico, Domenica 16 febbraio 2020 avremo il piacere di avere con noi la Dott.ssa Alessandra Kersevan, storica e saggista, esperta ricercatrice degli avvenimenti della prima metà del ventesimo secolo del Friuli Venezia Giulia e del confine orientale, che terrà una lezione con foto, filmati, dati e documenti.
Una lezione basata su fatti reali, che vuole ristabilire la verità storica sulle foibe e sulle vicende del confine orientale, con una ricostruzione seria e documentata, ricollocandola nel contesto di quel periodo, degli avvenimenti prima, durante e dopo.
 

redazione.cascinanotizie