Lo scultore non vedente Felice Tagliaferri incontra gli studenti del Liceo Carducci di Volterra

Cultura e Tempo Libero
VOLTERRA - VALDICECINA
Lunedì, 3 Febbraio 2020

Il 9 Gennaio, presso il Liceo Artistico „G. Carducci di Volterra“, si è svolto un incontro tra gli studenti  e lo scultore Felice Tagliaferri, artista non vedente, capace di leggere la materia attraverso il tatto e di scolpire la pietra, il marmo, secondo le tecniche e con gli strumenti manuali della tradizione.

Durante questa piacevole giornata i ragazzi hanno avuto modo di conoscere una figura di spicco dell' arte italiana e di rivolgergli numerose domande che hanno spaziato dal percorso artistico alla vita privata.
Da fine Marzo per tutto il mese di Aprile F. Tagliaferri  sarà presente all'interno del Museo Diocesano di Arte Sacra di Volterra  con l'esposizione  del suo  "Cristo Rivelato", riproposizione della celebre opera del Sanmartino custodita nella cappella Sansevero di Napoli.
Questo appuntamento, realizzato con la collaborazione di Lucia Provvedi dell' associazione Muse Arti Terapie, dell’Associazione & Cooperativa Vademecum, della Diocesi di Volterra, è tappa fondamentale di un percorso più ampio che da qualche mese sta promuovendo la nascita di nuove forme di fruizione del patrimonio artistico culturale della città.
La Cooperativa Vademecum, che gestisce e promuove l' attività del museo, ha fatto suo il progetto di sfruttare tale opportunità per far partire un percorso "tattile" che renda disponibili a visitatori non vedenti alcune delle opere presenti nel Museo d'Arte Sacra, in Sant' Agostino. Tra le opere scelte per diventare tattili e far parte di questa prima esperienza, figura il "Busto di San Lino" del Buglione, del quale la classe 4B del Liceo Artistico è chiamata a fare una riproduzione in terracotta.
Tra gli ospiti all' incontro anche una delegazione dell' associazione cittadina „Mondo Nuovo“.
In un clima di palpabile empatia l'esperienza dell' incontro con Felice Tagliaferri si è rivelata un'occasione di profonda riflessione, che ha saputo mettere in luce la sensibilità della quale i nostri ragazzi sono capaci nei confronti di temi come la disabilità e l' accessibilità.
La dirigente scolastica Nadia Tani ed i docenti ringraziano la Cooperativa Vademecum, l'associazione Mondo Nuovo, l' associazione Muse Arti Terapie e il maestro Tagliaferri per la buona riuscita dell' evento.
 

redazione.cascinanotizie